Comunicazioni

La sessione “Comunicazioni” offre a coloro che hanno inviato il proprio abstract e sono stati selezionati, la possibilità di presentare in una sessione dedicata relazioni di durata non superiore ai 15 minuti, riguardanti i molteplici aspetti della neuro e psicomotricità in ambito riabilitativo e terapeutico, preventivo, socioeducativo e formativo. Si dà particolare considerazione alla presentazione di buone prassi nell’intervento neuro e psicomotorio, di evidenze scientifiche sull’efficacia dei trattamenti, di documentazione su esperienze formative e di utilizzo della psicomotricità in ambiti multidisciplinari. 

Venerdì 16 marzo dalle 17.30 alle 19.30
COMUNICAZIONI
Conduce: Lucia Scarpellini
Muovilamente - Le intelligenze del bambino: dal corpo alla mente, Cristina Ferrera
Narrazione come strumento neuropsicomotorio di lavoro trasversale. Esperienza di co-costruzione di un “mondo possibile” in Brasile, Sofia Fiscon
Il trattamento neuropsicomotorio nei disturbi pervasivi dello sviluppo: l'utilizzo di una Scheda di Osservazione/ Valutazione Neuropsicomotoria dedicata, Gloria Galli e Marta Mosele
Indicatori di stress nel neonato pretermine di eta' gestazionale ≤ 28 settimane: espressività facciale e parametri fisiologici, Marta Mosele e Federica Freato
Livello motivazionale e organizzazione funzionale dell'arto superiore nel bambino emiplegico, Antonio Nicotera
Il disturbo visuo-spaziale dell'apprendimento in soggetti con diplegia spastica, Francesca Bitto

Maestre che giocano una esperienza di corso di aggiornamento per insegnanti, Silvana Condemi

 
 
Sabato 17 marzo dalle 9.00 alle 12.30
COMUNICAZIONI
Conducono: Jack Manfrè e Silvana Dima
Psicomotricità con adolescenti, Francesco Pucci
Il ruolo del terapista della neuro psicomotricità nell’intervento di sostegno alla relazione madre/bambino, Livia Crotti
Un sintomo tante storie, Simona Valle e Monica Castagnetti
Proposta di un programma per la riduzione dello stress fondato sulla mindfulness (mbsr) alla rete di resilienza del paziente di neuropsichiatria infantile, Maria Teresa Giarelli
Buone prassi nella valutazione neuro-psicomotoria – Guida all'osservazione e alla valutazione della funzionalità visiva del bambino, Laura Lonetti e Livia Laureti
Corpo intelligente e movimento espressivo: un percorso di ricerca/azione nel nido d'infanzia, Matteo Lei
Azioni d'integrazione per una consapevolezza nell'autismo, staff del Laboratorio di Osservazione e Diagnostica Funzionale dell’Università di Trento
Progetto «Integrazione soggetti con disturbo dello spettro autistico»: osservazione e monitoraggio delle abilità, staff del Laboratorio di Osservazione e Diagnostica Funzionale dell’Università di Trento
Autismo e psicomotricità a scuola, staff del Laboratorio di Osservazione e Diagnostica Funzionale dell’Università di Trento
Disarmonie motorie nei Disturbi dello Spettro Autistico: intervenire sull'intersoggettività può modificare anche aspetti motori, staff del Laboratorio di Osservazione e Diagnostica Funzionale dell’Università di Trento
Analisi delle modalità socio-comunicative e relazionali nell'autismo: l'attenzione congiunta in un percorso di Parent Training, staff del Laboratorio di Osservazione e Diagnostica Funzionale dell’Università di Trento
 
 
 
Sabato 17 marzo dalle 17.00 alle 19.00
COMUNICAZIONI
Conduce: Annalisa Zacchetti
L'approccio psicomotorio: presupposto fondamentale per l'inclusione di soggetti disabili in gruppi di sport educativo, Lucia Buonriposi
Il bambino con disabilità visiva, l'intervento precoce presso la fondazione Robert Hollman, Elisa Da Riva
L'intervento individuale in psicomotricità relazionale (metodologia integrale). Profilo psicomotorio di intelligenza emotiva PPIE, Marta Gonzàlez e Chiara Novello
Il cane in stanza di terapia. La terapia con i cani in AIAS – Città di Monza Onlus come terapia trasversale: dalla psicomotricità al supporto psicologico, Orsola Cardin e Anna Maronati
Tra psicomotricità e psicoterapia: un intervento multidisciplinare sul gruppo volto a favorire il passaggio dall' «agire» al «parlare», Francesca Zordan e Flavia Righi
Punti di forza e criticità di un’esperienza educativa decennale, L'Associazione "La Casa Dei Giochi – onlus"

 



© Edizioni Centro Studi Erickson  S.p.A. - Via del Pioppeto 24, Fraz. Gardolo - 38121 Trento C.F. P.IVA e N.Reg. Imprese di Trento 01063120222 - Cap. soc. € 200.000 i.v.  Privacy