5° Convegno Internazionale

Autismi

Risposte per il presente, sfide per il futuro

Il blog #autismi

Come parlare di sessualità con il proprio figlio Asperger

Shot of a father and son having a heart to heart in the backyardhttp://195.154.178.81/DATA/i_collage/pi/shoots/783938.jpg

La pubertà rappresenta una fase delicata della vita, in particolar modo nel caso di ragazzi con sindrome di Asperger, che hanno meno possibilità, rispetto ai coetanei, di sviluppare un corretto comportamento sessuale attraverso la socializzazione. Cosa può fare un genitore per comunicare sulla sessualità con il proprio figlio Asperger ed aiutarlo nella difficile fase dello sviluppo? Ecco i suggerimenti di Sarah Attwood, esperta in educazione alla sessualità, formatrice e autrice.

(altro…)


Pensieri Asperger

un-asperger-in-cucina_799x440

Agesilao Vizzardelli è un personaggio bizzarro. Vive un’esistenza solitaria, in cui spiccano idiosincrasie, si incontrano collezioni del tutto inconsuete e anche gli inconvenienti più piccoli possono ferire in modo serissimo. Solo in cucina, Agesilao sembra trovare nutrimento e pace per la sua anima. Proviamo a immergerci nella lettura di qualcuno dei suoi racconti, lasciandoci condurre, tra parole, ricette e aforismi, nelle profondità del pensiero Asperger.

(altro…)


L’utilizzo di storie sociali nell’autismo

Little girl sitting at the table with her mother in library.

Le Storie Sociali – testi particolari, scritti secondo criteri specifici – si sono dimostrate una risorsa particolarmente efficace per sviluppare la comprensione sociale nelle persone con autismo. Vediamo meglio in cosa consistono, ascoltando anche la voce di Carol Gray, l’autrice che le ha ideate nel loro modello originale.

(altro…)


Coltivare la creatività nell’autismo

Aspiration, innovation business concept. Young child wearing hom

La creatività è una dimensione psicologica di cui difficilmente ci si prende cura nei disturbi dello sviluppo. Eppure, la creatività può giocare un ruolo importante nei disturbi neuroevolutivi e diventare una risorsa preziosa su cui far leva per sollecitare una serie di dinamiche di cambiamento. Vediamo un esempio di laboratorio per stimolare la creatività nei bambini autistici.

(altro…)


Il peer teaching tra insegnanti per l’inclusione dell’alunno con autismo

Diverse business people are attending finance meeting. Senior woman gestures as she speaks to the group. The group listens attentively to her. An open laptop computer is on the table.

Una reale inclusione degli alunni con bisogni educativi complessi, come nel caso degli alunni con autismo, risulta difficile da realizzare nelle nostre scuole dove, purtroppo, si registrano ancora situazioni di inadeguatezza più o meno gravi. Una modalità di intervento di rete basata sul peer teaching, ossia sul supporto organizzato da insegnante a insegnante, è stata sperimentata con successo dallo Sportello Autismo di Vicenza. Vediamo di cosa si tratta.

(altro…)


Strategie didattiche per bambini con autismo

Loving family in easter holiday painting eggs

Il fatto che i bambini con autismo siano meno «equipaggiati» degli altri bambini per interagire socialmente non significa che le loro possibilità di apprendimento siano irrimediabilmente compromesse. Significa, invece, che necessitano di strategie didattiche diverse rispetto a quelle normalmente adottate per i bambini con sviluppo tipico. Eccone alcune da cui prendere spunto.

(altro…)


Come aiutare i bambini con autismo a difendersi dai bulli

A young boy being bullied at school

Un bambino con autismo è più a rischio di bullismo rispetto ai compagni con sviluppo tipico. Un programma di prevenzione del bullismo prevede un approccio esteso, con una formazione specifica per gli insegnanti e il personale scolastico. Esistono però anche delle strategie di autodifesa che possono essere insegnate ai bambini stessi. Vediamo quali sono.

(altro…)


Trasformare le abilità del ragazzo con autismo in competenze utili per il lavoro

Portrait of a little nerd girl, ready to learn. Vintage processing.

Cosa possono fare genitori ed educatori per preparare meglio i ragazzi con autismo a diventare adulti indipendenti? A rispondere a questa domanda è Temple Grandin: specialista in zootecnia, docente universitaria ed esperta di autismo. Con molti spunti autobiografici tratti dalla sua esperienza di persona con sindrome di Asperger ad alto funzionamento.

(altro…)


Come affrontare i comportamenti problema nell’autismo

boy cry

La gestione dei comportamenti problema del bambino con autismo (crisi di pianto, stereotipie, aggressività…) può essere molto difficile e impegnativa per i genitori. In questi casi, può rivelarsi utile adottare qualche tecnica di problem solving che aiuti a inquadrare al meglio il problema, analizzarlo e risolverlo. Vediamo in che modo.

(altro…)


Utilizzare la Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) nell’autismo

inbook_800x400

La comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) è una tecnica che usa il supporto visivo per aiutare i bisogni comunicativi delle persone con deficit di comunicazione gestuale, verbale e scritta. Questa tecnica si è rivelata particolarmente efficace nell’autismo, perché sfrutta un punto di forza delle persone affette da questo disturbo: le capacità visuo-spaziali. Vediamo meglio in cosa consiste e come funziona.

(altro…)


Insegnare ai bambini con autismo

Happy Kid With Kindergarten Teacher Plays with Building Blocks

Qual è l’approccio più efficace da adottare nell’insegnamento al bambino autistico? Senz’altro quello che mantiene il bambino motivato ad apprendere, modellandosi in base alle sue esigenze e al suo stile di apprendimento. Che può essere di tipo “visivo”, “musicale e matematico” o “verbale”. Sul tema dell’apprendimento dei bambini con autismo, ascoltiamo la voce di Temple Grandin, docente universitaria, divulgatrice e autrice di numerose pubblicazioni.

(altro…)


Conoscere la sindrome di Asperger

The word Aspergers spelled over a blank puzzle.  Aspergers Syndrome is a high-functioning form of Autism.

Tra i disturbi dello spettro autistico, la sindrome di Asperger è quello più frequentemente non diagnosticato o misdiagnosticato. Quali sono le sue caratteristiche distintive e in che cosa si differenzia dagli altri disturbi dello spettro autistico? Cerchiamo di capirlo con l’aiuto di Roberto Keller, psichiatra, psicoterapeuta, docente e autore di numerose pubblicazioni.

(altro…)


Educazione sessuale per un figlio con autismo

Plasticine female and male gender symbol.

I genitori di ragazzi autistici si sentono spesso impreparati o inadeguati ad affrontare con i propri figli l’argomento della sessualità. Kate Reynolds  – counselor, infermiera specializzata e madre di un ragazzo con autismo – offre una serie di idee e strategie pratiche per risolvere i problemi che quotidianamente i genitori e gli altri caregiver si trovano ad affrontare.

(altro…)


Il ruolo della genetica nell’autismo

Laboratory

Sebbene la ricerca abbia evidenziato l’importanza dei fattori genetici nell’autismo, non è ancora chiaro che cosa venga ereditato, in questo disturbo. Gli studiosi stanno lavorando molto per individuare i geni potenzialmente responsabili. In attesa di conoscere i risultati delle ricerche in corso, facciamo il punto su alcuni aspetti che appaiono consolidati, allo stato attuale delle conoscenze, rispondendo alle domande che vengono poste dai genitori.

(altro…)


La resilienza familiare nell’autismo

Symbol for so many things in life. Persistence, determination, survival, hope, resilience, strength, winning, force of nature. Copy space.

La gestione quotidiana della disabilità è fonte di grande stress per tutta la famiglia. Diventa importante, allora, mettere in atto delle strategie che permettano di affrontare al meglio le situazioni di crisi, mantenendo uniti i legami tra i membri del gruppo. Ecco qualche suggerimento su «come fare» emerso da una serie di incontri tra operatori e genitori di bambini con autismo.

(altro…)


Il trattamento psicoeducativo nell’autismo

Boy exercises by putting hands together like shown by teacher at the table indoors improving motor skills

Il  modello TEACCH e il metodo ABA sono due dei principali programmi di intervento psicoeducativo utilizzati nell'autismo. Si tratta, cioè, di due programmi volti a insegnare ai genitori e al personale che si occupa del bambino autistico una metodologia atta a bloccare comportamenti inadeguati e aumentare quelli adeguati. Quali sono le caratteristiche principali di questi programmi? E quali i punti di contatto e le differenze principali?

(altro…)


La terapia sensoriale nell’autismo

problemi sensoriali_800x400

La maggior parte dei bambini con un disturbo autistico soffre di problemi sensoriali. Uno degli strumenti più efficaci per attenuare questo tipo di disturbi è la "mappa sensoriale": un piano che può essere messo a punto da un terapista, con l'aiuto della famiglia e della scuola, il cui obiettivo principale è quello di assistere il bambino nell’autoriconoscimento dei problemi sensoriali appena insorgono e nell’uso di strategie intelligenti per autoregolarsi o chiedere aiuto.

(altro…)


Autismo e vaccinazioni: il nesso indimostrato che fa ancora paura

vaccinazioni_800x400

Le vaccinazioni sono tra le più importanti scoperte per il genere umano. Tuttavia, ancora oggi, continuano a essere guardate con timore, per l’ipotetico rischio di effetti collaterali e, soprattutto, di patologie importanti, come ad esempio l’autismo. Questo nonostante la comunità scientifica internazionale abbia escluso, ormai da tempo, l’esistenza di un nesso tra autismo e vaccinazioni. Ripercorriamo il percorso fatto dalla ricerca negli ultimi decenni su questo tema.

(altro…)


Cosa possono fare i genitori: il parent training nell’autismo

father and son

A seguito di una diagnosi  di autismo, il primo passo da fare per ogni genitore è quello di individuare un intervento terapeutico basato su evidenze scientifiche capace di aiutare il proprio figlio. In ogni caso, il coinvolgimento attivo dei genitori è cruciale in ogni terapia, in quanto i genitori rappresentano dei partner essenziali per un processo educativo efficace. Ecco in cosa consiste il parent training.

(altro…)


Che cos’è l’autismo?

apple autism_800x265

È vero che la frequenza dell’autismo sta aumentando? Autismo e sindrome di Asperger sono la stessa cosa? Perché la diagnosi è importante?  Gli studiosi Fred Volkmar e Lisa Wiesner, rispondendo a una serie di otto domande, cercano di fornire le informazioni principali che ogni genitore e insegnante dovrebbe padroneggiare, per ottenere i migliori aiuti possibili per i propri figli o alunni.

(altro…)


10 cose che vorrei che mio figlio diciottenne con autismo sapesse

ragazzo diciottenne con autis mo

Ellen Notbohm, editorialista e scrittrice pluripremiata, consegna a suo figlio Bryce, al compimento del diciottesimo anno di età, un decalogo  di suggerimenti e consigli che potranno essergli utili nella vita. 10 cose essenziali da tenere a mente, che ha cercato di trasmettergli  durante gli anni della sua crescita. 10 suggerimenti e consigli utili non solo a un ragazzo con autismo, come nel caso di Bryce, ma a tutti, per diventare adulti più consapevoli e indipendenti.

(altro…)


10 falsi miti sull’autismo

Cute Boy looking through the window

Quando arriva una diagnosi di autismo per il proprio figlio, per molti genitori comincia un lungo percorso costellato di preoccupazioni, domande e dubbi. Un turbinio di emozioni quali angoscia, dolore, incredulità, rabbia, paura, ansia e incertezza può assalire un genitore che si trova ad affrontare questa nuova situazione. Con l'aiuto di Stefano Vicari, direttore della neuropsichiatria infantile dell'Ospedale pediatrico "Bambino Gesù" di Roma, abbiamo individuato 10 falsi miti che possono aiutare tutti i genitori di bambini con autismo e non solo.

(altro…)