4° Convegno internazionale

Autismi 2014

Novità dalla ricerca scientifica
Percorsi di formazione specialistica
Proposte operative per scuola e servizi

14 e 15 novembre 2014
Palacongressi di Rimini


Origine, diagnosi, interventi efficaci: il punto della ricerca sull’autismo

Si è concluso il 4° Convegno "Autismi", organizzato al Palacongressi di Rimini dal Centro Studi Erickson di Trento. Oltre 900 persone nel corso delle due giornate si sono potute confrontare sui disturbi dello spettro autistico, tra relazioni, ricerche scientifiche e proposte innovative.

 Fred R. Volkmar, uno dei massimi esperti di autismo a livello mondiale, docente della Yale University, ha presentato il suo ultimo libro appena pubblicato in Italia da Erickson, "L'autismo dalla prima infanzia all'età adulta" (http://www.erickson.it/Libri/Pagine/Scheda-Libro.aspx?ItemId=40924) e ha lanciato un messaggio di speranza. «Negli Stati Uniti - ha affermato - abbiamo sempre più ragazzi con autismo che migliorano tantissimo. Con una diagnosi precoce e interventi precoci è possibile fare in modo che migliorino e addirittura arrivino all'università». Questo grazie ad un progresso che è avvenuto soprattutto negli ultimi trent'anni. «Negli anni Ottanta - ha illustrato Volkmar - c'è stato il riconoscimento ufficiale di questo disturbo e quindi una diffusione maggiore delle conoscenze e dell'insegnamento strutturato. Poi, negli anni Novanta e Duemila, c'è stata un'autentica esplosione della ricerca su questo argomento che ha permesso anche un miglioramento nell'individuazione dei disturbi nei bambini ed il loro trattamento».

Quindi è intervenuta Chiara Picinelli, biologa del Centro Mafalda Luce di Milano, dove si occupa di ricerca genetica sull'autismo. «L'origine dell'autismo - ha spiegato - ha una forte componente prenatale ed ereditaria. Sono stati individuati alcuni geni che sono correlati all'autismo, ma nell'80 per cento dei casi l'autismo si presenta come malattia genetica complessa. Ovvero ci sono più anomalie che concorrono insieme ed è quindi più difficile quindi trovare tutte le concause». Ai fattori genetici concorrono anche fattori ambientali, sia in ambito pre-natale che post-natale. Insomma, lo studio sulle cause dell'autismo è nel pieno della sua attività: si indaga l'origine e si mettono a punto interventi efficaci e mirati per affrontarlo quando si manifesta, con un'attenzione particolare anche alla nuova branca dell'epigenetica.

Allo stesso tempo, si cerca di fare luce su aspetti poco dibattuti, ma non meno importanti. Come può essere quello della sessualità delle persone autistiche. Su questo argomento Dario Ianes, co-fondatore del Centro Studi Erickson di Trento, ha intervistato Giorgia Würth, autrice del libro "L'accarezzatrice" (Mondadori), affrontando il tema dell'assistente sessuale, una figura già presente in diversi Paesi europei e che presto potrebbe essere sperimentata anche in Italia.

Già oltre 500 iscritti!
Iscriviti anche tu, scopri tutte le promozioni!

ISCRIVITI SUBITO


LA RIVISTA

Rivista Autismo Erickson